Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Andrea De Vitis - Concerto di chitarra classica

Data:

10/05/2019


Andrea De Vitis - Concerto di chitarra classica

 

Programma

Austin Daly (TU Dublin guitar student)

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
J.S.Bach Prelude Cello Suite No.1 G Major BWV 1007

ANDREA DE VITIS
Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968)
Romanza (on the name of Oscar Ghiglia)
Tonadilla (on the name of Andrés Segovia)
Sarabande (on the name of Rey de la Torre)
Volo d’angeli (on the name of Angelo Gilardino)

Alexandre Tansman (1897-1986)
Suite in modo polonico
(Entrée, Gaillarde, Kujawiak - mazurka lente, Tempo de polonaise, Kolysanka n. 2, Oberek - mazurka vive)

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Ciaccona da Partita BWV 1004

 

Andrea De Vitis è un interprete che conquista pubblico e giuria per la nitidezza ad alta definizione del suo modo di suonare, per il formidabile controllo della dinamica e dell’agogica e per la chiarezza con cui afferma il proprio pensiero, traducendo nel contempo quello dell’Autore (Il Fronimo, 2016).

De Vitis (Roma, 1985) è considerato uno dei chitarristi più interessanti della sua generazione. Diplomatosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Morlacchi” (Perugia) nella classe di Leonardo De Angelis, si è perfezionato presso la “Segovia Guitar Academy” di Pordenone sotto la guida di Paolo Pegoraro e Adriano Del Sal; ha frequentato masterclasses tenute da Oscar Ghiglia, Carlo Marchione, Arturo Tallini, Pavel Steidl, Carles Trepat, Frédéric Zigante, Piero Bonaguri ed altri.

Negli ultimi anni ha vinto più di 40 premi in prestigiosi concorsi internazionali. Tra i primi premi si citano: Guitar Masters 2016 di Wroclaw, Certamen Internacional “Julian Arcas” di Almerìa, Forum Gitarre Vienna, Budapest International Competition, Iserlohn guitar competition, Concorso Internazionale di Gargnano, Kutna Hora Guitar Competition, Concorso Mercatali di Gorizia, Concorso Internazionale Città di Mottola, Concorso Internazionale Claxica. Ottiene altresì il II premio al Concorso “Frauchi” di Mosca e “M. Pittaluga” di Alessandria (primo premio non assegnato) e al Guitar Foundation of America (Denver).

Per i suoi meriti artistici ha ricevuto due “Chitarre d’oro ” nell’ambito del Convegno Internazionale “Pittaluga” di Alessandria: nel 2013 per “la giovane promessa”e nel 2016 per il “miglior cd”.

La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi come solista in prestigiose sale da concerto (Usa, Russia, Cina, Spagna, Austria, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca); ha collaborato con orchestre quali Aukso Kameralna (Polonia), Anima Musicae (Ungheria), Capella State Orchestra (Russia) per l’esecuzione del Concierto de Aranjuez di Joaquin Rodrigo.

Nel marzo 2015 ha pubblicato il suo CD di esordio “Colloquio con Andrés Segovia” con l’etichetta Dot Guitar; il debutto discografico ha raccolto un grande successo di pubblico e critica (recensioni su SeiCorde, Musica, Guitart, Scesc Strun Swiata, Fronimo).

E’ molto richiesto come docente e giurato nell’ambito di prestigiosi festival chitarristici, in Italia e all’estero (Conservatorio di Maastricht, Poznan Academy, Accademia reale di musica di Copenhagen, Hochschule fur Musik di Stoccarda, Forum Gitarre Wien, Budapest Guitar Festival).

Andrea De Vitis dal 2014 è D’Addario Artist.

 

In collaborazione con TU Dublin Conservatory of Music and Drama e Marco Ramelli. Il concerto verrà aperto da uno studente della classe di chitarra del TU Dublin Conservatory.

Ingresso gratuito, consigliata la prenotazione.

 

VENERDÌ 10 MAGGIO 18:30

Concerto Andrea De Vitis presso l'Istituto Italiano di Cultura

SABATO 11 MAGGIO 9:30 - 17:30

Masterclass con Andrea De Vitis, Marco Ramelli e Ioannis Theodoridis.

TU Conservatory of Music - McCann Hall - Chatham Row, Dublin 2

Per ulteriori informazioni: marco.ramelli@dit.ie

 

Informazioni

Data: Ven 10 Mag 2019

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : IIC

In collaborazione con : TU Conservatory of Music, Marco Ramelli

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

IIC

1081