Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Presentazione libro 'Miniature Campianesi' di Ermanna Montanari

Data:

17/12/2020


 Presentazione libro 'Miniature Campianesi' di Ermanna Montanari

Incontro su Miniature Campianesi con Ermanna Montanari, Leila Marzocchi e Igort.
Marco Belpoliti sarà in dialogo con gli interlocutori.

L'evento si svolgerà in italiano e sarà registrato.

L’appuntamento si lega al tema della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2020 “L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti".

Ermanna Montanari ha realizzato Miniature Campianesi come un 'libro dei segreti', sul modello di un antico messale, in cui racconta il suo paese natale nella campagna ravennate, rievoca il mondo della sua infanzia e prima giovinezza: una terra, un luogo dell'anima, che parla a tutti noi. Il libro, pubblicato da Oblomov Edizioni realtà editoriale creata da Igort, è impreziosito dai disegni di Leila Marzocchi.

Registrazioni a questo link.

Ermanna Montanari attrice, autrice, scenografa, fonda il Teatro delle Albe (1983) insieme a Marco Martinelli, con il quale condivide la direzione artistica. Ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti tra i quali: sette Premi Ubu, Golden Laurel-Mess Festival Sarajevo, Premio Lo straniero “dedicato alla memoria di Carmelo Bene”, Premio Eleonora Duse. Nel 2011 ha firmato la direzione artistica del Festival internazionale di teatro in piazza di Santarcangelo (edizione 41). Scrive per riviste come Lapis, Riga, Il semplice, The Open Page, Lo Straniero, Culture teatrali, doppiozero.com, Teatro e Storia. Nel 2017 ha pubblicato Miniature Campianesi per Oblomov editore. Nel 2012 è uscito a cura di Laura Mariani Ermanna Montanari fare-disfare-rifare nel Teatro delle Albe (Titivillus, ita/eng) e nel 2017 a cura di Enrico Pitozzi Acusma Figura e voce nel teatro sonoro di Ermanna Montanari (Quodlibet ita/eng). In relazione alla sua ricerca vocale sono usciti saggi e i cd de L’Isola di Acina e Ouverture Alcina (RT), La Mano (Luca Sossella Editore), Fedeli d’Amore (Stradivarius), opere realizzate con il compositore e musicista Luigi Ceccarelli e Rosvita (Luca Sossella Editore).

Leila Marzocchi autrice di graphic novel e illustratrice, esordisce alla fine degli anni '80 su quotidiani e riviste nazionali. Fonda con altri la rivista Fuego, collabora con la rivista francese Science & Vie Junior, la giapponese Morning (editrice Kōdansha) e con l'editrice Shōgakukan (premio Kōdansha Morning Manga Fellowship 1995). Per Coconino Press realizza fumetti e illustrazioni per la rivista Black e pubblica tra i diversi titoli: L'Enigma; La Ballata di Hambone su testi di Igort, uscita anche per Futuropolis; Il diario del Verme del Pino; Dieci elegie per un ossobuco e Niger, anche per Fantagraphics. Nel 2007 riceve il premio Lo Straniero e inizia la collaborazione con Ermanna Montanari e realizza l'immagine per il Festival di Santarcangelo 41 e il cortometraggio Gandersheim, in Rosvita libro-dvd di Luca Sossella Editore. Nel 2017 riceve il premio Gran Guinigi-festival Lucca Comics and Games. Per Oblomov pubblica Il Mistero del ramo suicida e i disegni per Miniature Campianesi di Montanari. Per La Nave di Teseo realizza i disegni per La bambina che somigliava alle cose scomparse di Sergio Claudio Perroni. Collabora con quotidiani e riviste, dal Corriere della Sera a Internazionale a Linus.

Igort: al secolo Igor Tuveri, è un fumettista, illustratore, sceneggiatore e regista. Esordisce negli anni ‘70, collabora con riviste come Linus, Alter, Frigidaire, Metal Hurlant, L’écho des Savanes, Vanity, The Face e scrive per Il Manifesto, Reporter, Il Corriere della Sera, la Repubblica. Nel 1983 è tra i fondatori del gruppo di autori Valvoline. Negli anni ‘90 inizia una lunga e fortunata collaborazione con la casa editrice giapponese Kōdansha. Nel 2000 fonda la Coconino Press, che abbandona nel 2017, anno in cui fonda Oblomov Edizioni, di cui è direttore editoriale. Dal 2018 è direttore editoriale di Linus. Nello stesso anno ha curato sceneggiatura e regia di 5 è il numero perfetto, film tratto dall’omonima opera. Tra le sue opere: Pagine nomadi (2012), Quaderni ucraini (2014), Quaderni giapponesi (2015), Quaderni russi (2015), 5 è il numero perfetto (2015). È in uscita in questi giorni il terzo volume di Quaderni giapponesi

Marco Belpoliti insegna all'Università di Bergamo. Tra i suoi libri: L’occhio di Calvino (Einaudi 1996 e 2006), Settanta (Einaudi 2001 e 2010), Il corpo del Capo (Guanda 2009 e 2018), Pasolini in salsa piccante (Guanda 2010), Camera straniera. Alberto Giacometti e lo spazio (Johan & Levi 2012), L'età dell'estremismo (Guanda 2014), Primo Levi di fronte e di profilo (Guanda 2016). Ha curato per Einaudi l’edizione delle Opere di Primo Levi; dirige la rivista online “Doppiozero”; per Quodlibet dirige con Elio Grazioli la rivista "Riga". Collabora con "la Repubblica" e "L'Espresso".

Informazioni

Data: Gio 17 Dic 2020

Orario: Dalle 19:00 alle 20:00

Organizzato da : IIC Dublino

In collaborazione con : Teatro delle Albe

Ingresso : Libero


1229