Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Book Club - "L’eredità dei vivi": incontro con l'autrice Federica Sgaggio

Data:

10/12/2021


Book Club -

Per la serie di incontri letterari legati al Book Club del nostro Istituto, siamo lieti di ospitare la scrittrice Federica Sgaggio il cui romanzo, "L’eredità dei vivi", ha appena ricevuto la menzione speciale della giuria dei lettori al Premio Zanibelli “La parola che cura”.

L’incontro sarà moderato da Enrica Maria Ferrara (Trinity College Dublin) e dalla scrittrice Catherine Dunne.

Evento in italiano e inglese, partecipazione gratuita sulla piattaforma Zoom con accesso ai soli registrati.

Registrati QUI.

"L’eredità dei vivi" di Federica Sgaggio attinge dalla vicenda autobiografica dell'autrice, di sua madre Rosa e del fratello Francesco, affetto da disabilità. Una saga familiare che parla del rapporto simbiotico ed indissolubile tra una madre e una figlia - complicato dal trauma della disabilità del fratello - così come di un fortissimo bisogno di indipendenza che porterà quest'ultima a viaggiare e a costruirsi un’identità altra nella scrittura e nella vita. 

Federica Sgaggio vive tra Verona, dove è cresciuta, e Galway, in Irlanda, dove ha studiato letteratura inglese. Giornalista professionista, ha lavorato nelle redazioni di quotidiani del nordest per oltre vent’anni. Ha pubblicato i romanzi "Due colonne taglio basso" (Sironi 2008) e "L’avvocato G." (Intermezzi 2016), e il saggio "Il paese dei buoni e dei cattivi. Perché il giornalismo, invece di informarci, ci dice da che parte stare" (minimum fax 2011).

Nel 2015 ha curato con Catherine Dunne la raccolta italo-irlandese "Tra una vita e l’altra" (Guanda; uscito in inglese con il titolo "Lost Between: Writings on Displacement" per New Island Books), che contiene anche un suo racconto. "L'eredità dei viv"i è il suo ultimo romanzo edito da Marsilio.

Catherine Dunne è autrice di undici romanzi e un saggio dal titolo "Un mondo ignorato. Gli irlandesi dell’ultima generazione" (2009, trad. L. Scudieri) che racconta le vite degli immigrati irlandesi nella Londra degli anni Cinquanta.

Tra i suoi romanzi ricordiamo: "Quel che ora sappiamo" (2012, trad. A. Arduini) premio Giovanni Boccaccio 2013 per la letteratura internazionale e selezionato inoltre per il premio Eason Novel of the Year Award 2013; "Un terribile amore" (2019, trad. A. Arduini) selezionato per l’International Dublin Literary Award, e "Come cade la luce", finalista al Premio Strega per la narrativa europea nel 2019.

Nel 2018, Catherine Dunne ha ricevuto l’Irish Pen Award per il suo contributo eccezionale alla letteratura irlandese. Nel gennaio del 2021 è stata insignita del titolo di Cavaliere dell'Ordine della Stella d'Italia dal governo italiano.

Enrica Maria Ferrara è Teaching Fellow al Trinity College di Dublino dove svolge attività di insegnamento e ricerca. Suoi articoli su argomenti di letteratura, teatro e cinema sono apparsi in volumi collettivi e riviste italiane e internazionali. Collabora con la radio e con l’Istituto Italiano di Cultura di Dublino. Il suo lavoro più recente come traduttrice è "Disaster Narratives in Early Modern Naples" (Viella, 2018), pubblicato da Cecere et al. Fra i suoi volumi recenti si ricordano: "Staged Narratives / Narrative Stages" (a cura di, con C. Ó Cuilleanáin, Franco Cesati, 2017); "Posthumanism in Italian Literature and Film: Boundaries and Identity" (a cura di, Palgrave Macmillan, 2020); "Reading Domenico Starnone" (a cura di, con S. Milkova, 2021, https://readingintranslation.com/reading-domenico-starnone/).

Informazioni

Data: Ven 10 Dic 2021

Orario: Dalle 18:30 alle 19:30

Organizzato da : IIC Dublino

Ingresso : Libero


Luogo:

ONLINE

1294