Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

LUNEDÌ AL CINEMA DAL VIVO – Proiezione del film “I predatori” (2020) di Pietro Castellitto ITA SUB ENG

I PREDATORI

Lunedì 13 maggio 2024 ore 18.00 – Istituto Italiano di Cultura, Sala Pavilion

“I predatori” (2020) (109’) è il primo film alla regia del giovane Pietro Castellitto.

Presentato in concorso alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione Orizzonti, ha vinto numerosi riconosci-menti tra cui il Nastro d’Argento e il David di Donatello.

Sinossi: Il film acconta la storia di due famiglie, i Pavone e i Vismara, molto diverse fra loro sia nella scala sociale che nella vita: intellettuale, ricchi, borghesi i primi; proletari, fascisti e incolti i secondi. Nonostante la loro estrema diversità, qualcosa li accomuna e non è soltanto la caotica Roma in cui vivono.
Un semplice incidente e un torto subito porteranno le realtà dei Pavone e dei Vismara a scontrarsi. Motore di questa collisione è un 25enne, che mostrerà come gli esponenti delle due famiglie custodiscano gelosamente ognuno un proprio segreto, rivelando come spesso l’apparenza inganni, perché in fondo non ci sono vittime, ma solo predatori.

Ambientato a Roma, “I predatori” descrive con graffiante ironia gli stereotipi della nostra società contemporanea pur dando continuità ad un genere, quello della commedia dal retrogusto un po’ amaro, che costituisce uno dei generi più acclamati e riconosciuti del nostro cinema.

Guarda il trailer qui. 

Il film verrà proiettato in lingua italiana con sottotitoli in inglese e preceduto da un’analisi del contesto e dell’opera del regista.

Ingresso libero, prenotazioni su questa pagina

 


 

IL REGISTA

Pietro Castellitto è un regista, sceneggiatore e attore italiano. Figlio maggiore dei rinomati attori Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini, Pietro è cresciuto immerso nell’ambiente cinematografico fin dalla sua infanzia. Il suo debutto sul grande schermo è avvenuto a soli otto anni, con una piccola parte nel film “Libero Burro”, diretto dal padre Sergio Castellitto, in cui ha recitato al fianco della madre Margaret Mazzantini. Il suo primo ruolo da protagonista è arrivato nel 2004 con “Non ti muovere”, sempre diretto dal padre e basato su un’opera della madre.

Nel 2020 ha debuttato come regista e sceneggiatore con il film “I predatori”, vincendo importanti riconoscimenti come il premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e il David di Donatello 2021 come miglior regista esordiente.

Nel corso della sua carriera, ha interpretato una varietà di ruoli cinematografici e televisivi, tra cui il premiato ruolo di Secco in “La profezia dell’armadillo” (2018) e quello di Francesco Totti nella miniserie televisiva “Speravo de morì prima” (2021).

Ha pubblicato il suo primo romanzo “Gli iperborei” nel 2021, che ha ricevuto il prestigioso premio Viareggio nella sezione “Opera prima”.

Nel gennaio 2024, ha presentato il suo ultimo lavoro, il film “Enea”, di cui è regista, sceneggiatore e interprete, in concorso alla 80ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

 

 

AVVISO IMPORTANTE 

La prenotazione dei biglietti gratuiti non garantirà l’ingresso in sala. Una volta raggiunta la capacità del locale, non saranno ammessi ulteriori spettatori.

Prenotazione non più disponibile

  • Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura Dublino